Thursday, May 25, 2006

inspired by (part II)

è sempre stata messa in secondo piano, considerata quasi di serie b perchè non ha niente che avessero billie, sarah, o ella. non deve aver suscitato nessun clamore. in tanti ignorano perfino che fosse anche una pianista, e che a lungo si esibì accompagnandosi da sola al pianoforte. non una pianista eccelsa, ma una cantante pianista, come tante e come poche. in tanti non amano la sua voce (forse quegli stessi che non amano la voce di betty?). mumucs invece l'adora, per quel suo modo asciutto e disilluso di cantare qualunque ballad, per quell' ironia che vela la sua voce, per quello scat raro e ingenuo. mumucs la ama perchè grazie a lei ha capito come affrontare una ballad senza far sprofondare per forza l'ascoltatore in un turbine di melassa, perchè è da lei che ha imparato a cantare Pannonica (...and as warm as warm milk...).
mumucs ha scritto tutto questo dopo aver rispolverato un bellissimo disco, quel "live at the dug" registrato nel locale di tokyo il ventunovembremillenovecentosettantatrè. è un disco di solo voce e piano, la voce e le mani di

1 comment:

Anonymous said...
This comment has been removed by a blog administrator.