Monday, October 30, 2006

solo uno


Le Orchidacee (o Orchidaceae) sono una famiglia di piante della classe monocotiledoni, appartenenti all'ordine delle orchidales (ginandre, o microsperme). I loro fiori sono comunemente chiamati orchidee.
Questa famiglia è costituita da piante erbacee perenni in grado di assorbire dall'acqua presente nell'ambiente le sostanze necessarie alla loro sopravvivenza tramite le radici aeree (autotrofia) e capaci anche di nutrirsi assimilando sostanze da organismi in decomposizione (sapròfite).
Le orchidacee comprendono più di 600 generi che si dividono in circa 15.000 specie: di queste, solo il 15% appartiene alle zone temperate e fredde, mentre la restante parte è originaria delle zone tropicali o sub-tropicali; la maggior parte cresce sui tronchi degli alberi o sulle rocce (piante epifite). In Italia ne crescono spontaneamente circa 22 generi, per circa 70 specie.Le foglie delle orchidacee sono sempre intere e malgrado la loro natura polimorfa hanno una struttura lineare, che a volte può apparire carnosa e di forma tubolare.
La disposizione delle foglie è alternata o distica: solo di rado si presentano opposte. Possono presentarsi in coppia oppure solitarie e, all'apice degli pseudo-bulbi, a volte possono anche essere – specie nelle piante che crescono in piena terra - inguainate alla base; possono anche formare delle rosette basali da cui spunta il fiore




(fonte wikipedia.it)

No comments: