Monday, November 13, 2006

c'era una volta la musica live, o forse non c'è mai stata...

a wonderland ci sarebbe ancora, ma wonderland spesso risente di quello che succede a oristano. così quest'anno il sabato me ne sto a casa. in fondo è la cosa più giusta per noi poveri oristanesi spocchiosi, che facciamo finta di essere intenditori di musica, di amare la musica dal vivo invece no, andiamo solo a sentire gli amici e gli amici degli amici e basta, possibilmente nel locale dove si sente peggio, ma la birra costa di meno. poi questo locale chiude. e gli altri hanno già mollato la presa, perchè come sono fatti gli oristanesi è ormai chiaro a tutti. all'oristanese non importa nulla della musica dal vivo. all'oristanese interessa solo riempirsi di alcol fino alle orecchie e anche più su il sabato. ma della musica dal vivo non gli importa nulla. proprio nulla. ben ci sta. per me è una gran rogna. ma in fondo, il jazz non se lo cagava nessuno. ora è il caso che riprendiamo a provare con i quistgard, e ci dirigiamo verso altri lidi. magari qualcuno apprezza. ma per essere pubblico, devo spendere una barca di soldi. e onestamente, non è che ne valga quasi mai la pena.

3 comments:

bibi said...

quoto!!!! la mentalità oristanese è troppo chiusa ad ogni genere di attività!! siate piu open!!!!

ciskje said...

...se ci tieni fai qualcosa...siamo in tanti ad aspettare la musica dal vivo, e losai. Parlanod solo di birra e di bere offendi tutti quelli che il sabato se nevanno in giro a cercare musica dal vivo...non ti credere che la scelta sia così varia.
Non fare l' oristanese anche tu, invece di lamentarti proponi soluzioni.
il fever non lo danno, il giovedi dal vivo l' expo per il sabato bisognrebbe sentire quelli del neo geo...fatti avanti:-)

Mumucs said...

non mi pare proprio di offendere nessuno. non fare l'oristanese cisky...io giro se è il caso e lo sai, anzi pensa che suono pure^_^. secondo me oristano se lo merita, il nulla. altrimenti non lo avrebbe.^_^