Wednesday, November 08, 2006

guida agli ascolti

lungi da me il voler salire in cattedra e dire cosa è buono e cosa no. ma da quando ho l'ipod è un ascolto continuo. così ho fatto delle mie personalissime classifiche, per quanto riguarda qualche standard. aggiungerei cantato. insomma, gli standard vengono sempre snobati, tra sentito e risentito, e tra accordi troppo semplici e simili. invece gli standard sono bellissimi. il problema è che vanno saputi suonare, specialmente le ballad. se qualche musicista allora storcerà il naso davanti a uno standardone da chilo, probabilmente non ha la capacità per suonarlo bene(perfidia modalità ON). e allora ecco qualche standardone da chilo, che letto pari pari dallo spartito può anche far rabbrividire, e tralascio le volte che ho sentito dire "che palle" a proposito di questi brani. che brani? prendete il disco live in chicago di kurt elling. e ascoltate my foolish heart e I love you (for sentimental reason). poi prendete flirting with twilight e ascoltate invece blame it on my youth. ballatone di quelle stracciacuore. ma sono le migliori versioni che abbia mai sentito cantare (beh di kurt elling aggiungerei anche the very thought of you...ma poi sembra che ascolti solo kurt elling...e quaesto mica è vero....cioè non proprio, non del tutto...eh!). poi ascoltate everytime we say goodbye versione david linx fay claassen e maria pia de vito. senza fronzoli. sbam, diretta e meravigliosa. ma passiamo al tre quarti più temuto della storia della musica: my favourite things. facile cadere nel tun zan zan. allora betty carter è dio, e la prova è la sua versione di questo brano nel disco audience with betty carter. poi ballad of the sad young man cantata da mark murphy è toccante davvero. rimane il fatto che le due ballad meglio suonate che ora la mia testa ricordi sono someone to watch over me e blame it on my youth, per mano, anzi, per mani e molta testa di brad mehldau. e con questo ho finito. non mi resta che studiare. buon ascolto.

5 comments:

vocina said...

Grazie per questo post amica. Ci voleva. Che poi è inutile che dica che l'80% di quelle versioni sono in loop sul mio iTunes perché tanto la telepatia regna sovrana. Mi mancano giusto tre voci.. e un cuore, per intenderci..

Anonymous said...

ihmbtivBRAVA!
NON HO PAROLE
ascolta allora senza porre indugio
1 john coltrane and jonny hartman (il disco si chiama proprio cosi')
2 john coltrane ballads
3 bill evans e tony bennet (xe ne sono 2 non ricordo i titoli ma sono in duo e quindi facilmente rintracciabili
4 dexter gordon ballads
5 michael brecker ballads
6 chat becker let s get lost
e poi come singole composizioni
1 i remember clifford ( qualsiasi versione fa accapponare la pelle)
2 cebtral park west ( ovviamente coltrane )
e per i 3 4 sempre coltrane chim chum chere, che noi conosciamo come ...cancaminin cancaminin spazza camin
vieni a visitarmi se ti va e potrai sentire l ultima delle mie hits una stella by starlight di davis coltrane evens chambers cobb dove a mio avviso c'e' il piu' grande solo di sax della storia della musica ciao

ivanojazz said...

sono l anonimo di prima, non ho capito bene questa cosa qui comunque sono ivanojazz

Anonymous said...

ivanojazz note di colore.splinder.com

Mumucs said...

ciao ivano...ok ok ok, ascolterò...tutto tranne bill evans e tony bennet, che già l'ho sentito e onestamente tony bennet non lo sopporte. ma grazie grazie grazie eh!!!