Thursday, January 11, 2007

cinque cose sono davvero tante, se non le sa nessuno e non le sai nemmeno tu

come vocina desidera, devo scrivere cinque cose che nessuno sa di me. il che è molto difficile. tutti sanno tutto o quasi di me. quello che non sa nessuno di me, è perchè non lo so nemmeno io. o lo sapevo e me lo sono dimenticata. però ci provo, prima di quintin, perchè se no non so a chi passare la palla....


cosa numero uno:
una volta da bambina perdetti un dentino. era l'età in cui si perdevano i dentini. quindi tutto normale. sangue di rito, gioia di rito a casa. quello che nessuno sa è che mi feci cadere il dente apposta, presi a morsicare uno di quei barattoli con quei pallini zuccherosi dentro, e il dente mi volò via. non ricordo che dente fosse. ma i soldi del topolino arrivarono puntuali. e quella fu la ragione per cui mi feci cadere il dente.

cosa numero due:
sempre da bambina...eravamo tanti cugini, come ho già spiegato, e d'estate vivevamo sempre insieme nella casa al mare dei nonni. passavamo del tempo a giocare e litigare, e io mi picchiavo con una cugina più piccola di me. e lei aveva sempre la meglio. e io piangevo perchè non ho mai sopportato di essere sconfitta nei corpo a corpo. e infatti piangevo spesso.

cosa numero tre:
quando devo scrivere le parole deficiente e obiettivo vado di continuo a controllare sul dizionario, perchè ho sempre il dubbio se deficiente si scriva con o senza i e obiettivo con una o due b.

cosa numero quattro:
non riesco a mangiare diverse pietanze nello stesso piatto contemporaneamente. non mangerei mai le patate nello stesso piatto in cui si trova già una bistecca, e lo stesso dicasi per insalate. certo, posso mangiare le patate nello stesso piatto in cui prima ho mangiato la bistecca. ma non sopporto di avere contemporaneamente due cose nello stesso piatto. mi saltano completamente i nervi.

cosa numero cinque:
un tempo i miei avevano una bottiglia vuota di coca cola in cucina in cui conservavano spiccioli, magari quelli avanzati dalla spesa etc. io in quel periodo non avevo soldi. e per comprarmi le sigarette li fregavo da lì dentro. di nascosto. e fin qua tutto abbastanza comune. mi avevano scoperto. mancava un botto di soldi. da allora, e la cosa continua anche oggi, di ogni spesa che faccio con i loro soldi vogliono vedere ancora scontrini e ovviamente il resto nella sua totalità. sono passati giusto quei dodici anni comunque...

passo la palla a qualcuno che lo farà e qualcuno che non lo farà....ma insomma...mi servono cinque blog no? abbiate pazienza...quindi se lo beccano rafunzel, bibi, stramonio, sancious (che non lo farà mai e mi cancellerà dalla lista dei suoi amici per l'eternità)...il quinto mi manca...quattro bastano?



certo che io non sono brava scrivere come chi mi ha passato il gioco eh....

3 comments:

vocina said...

Ma sono fantastici, e quattro vanno benissimo! ;) E poi scrivi alla grande, e non rompere, pure io vado sempre a controllare deficiente, e anche obiettivo, e anche beneficenza.

Quintin said...

io coscenza

Quintin said...

ceeh e mi hai fregato i link :)