Monday, February 26, 2007

amica di luca pitteri

causa dolori non meglio identificati che anche oggi ontinuano a massacrarmi (porca merda, stasera ho lezione e domani un esame, come si fa?) ieri ho passato tutto il giorno in casa, ammorbata sul divano. così ieri sera dopo cena, non sono potuta uscire. restava decidere cosa guardare alla tv. non un film. non sarei mai riuscita a seguirlo. roba meno impegnativa. ok, vediamo medicina generale, su raiuno. cambio subito. ho già capito che non mi piacerà. su raidue ncis già l'ho visto, è la vecchia serie, tanto che c'è ancora kate....rassegnata mi guardo la filippica, che onestamente, da sola,s enza la compagnia dei miei amici e fuori casa, ancora non avevo guardato mai. e vabeh. un troiaio della miglior specie, gente che litiga, gente che urla e che dice una marea di stronzate. io spero che qualcuno mi confermi che ai prof, per comportarsi così, è stato dato un aumento consistente, perchè altrimenti sono più coglioni di quanto pensassi. ma ieri, c'è stata la rivelazione.

quando ero più giovane e pesavo qualche chilo in meno, sulla tv c'era un programma, tale operazione trionfo. vi partecipavano certe ciofeche che l'unica cosa per cui valeva la pena guardarlo era una certa lidia schillaci, oltre che per natalio mangalavite. lidia c'aveva una voce de paura, aveva diciannove anni e foprse era un pochino carente in interpretazione. ma aveva diciannove anni e non era una ciofeca come tutte le altre. alla conclusione del programma aveva vinto tale bruno cuomo, scomparso dalle scene perchè davvero scarso come una botte mentre lidia schillaci fa la corista di eros ramazzotti. quando si era trattato di dare i voti ai finalisti, lidia e bruno, tutti dieci a lidia, tranne che un prof: il prof in questione era rossana casale, che le diede nove, perchè "la voce te l'ha data dio". bella motivazione del cazzo, dico io. là realizzo in un secondo cosa sia l'invidia. la signora rossana casale, nel millenovecentonovantatrè partecipò a un festival di sanremo in duetto con una signora che di nome fa grazia di michele. questa signora grazia di michele fa la pseudo professoressa ad amici. e ieri sera ha dimostrato di soffrire della stessa malattia di cui soffriva rossana casale: l'invidia. ora, cara grazia di michele, sarai anche una professionista (dei tempi tuoi, senza offesa eh, ma chi ti caga più) ma dire che quella biondina sciapida che non fa che attaccare le canzoni come le originali, stessi respiri, stessi passaggi, stesso fraseggio è stata meglio di karima nel mare di inverno, perchè ci voleva rabbia dentro, beh tesoro mio, questo no. l'invidia è una brutta cosa, e io ne so qualcosa, sono sempre stata invidiosa. ma tu nemmeno sai come si fa a spostarsi sul tempo in quel modo, a fare propria una canzone così nazional popolare, perchè è questo che quella ragazza fa ogni volta. prende la canzone e la reinterpreta alla grande. ma tu che ne vuoi sapere, non c'hai un quarto della voce sua, e ti sono estranei concetti come tirare avanti, tirare indietro, ...

ora cara la mia defilippi. lo sai che ti stimo, ma gli amici tuoi stanno esagerando. davvero. non se ne può più. ieri guardvo divertita pitteri che ormai è arrivato a coricarcisi su quella cattedra, perchè le puntate del tuo programma sono sfinenti, per la quantità di boiate che vengono dette così gratuitamente. pitteri è l'unico che non parla e se lofa dice cose sensate. è l'unico che mi pare anche ne capisca qualcosa di musica. non ho mai pensato che fosse un programma culturale, il tuo, ma almeno risparmiami una ex cantante sul viale del tramonto che non sa riconoscere che la ragazzina davanti a lei potrebbe farle da insegnante. ti ringrazio. e soprattutto. o cambi i prof, o lasci libero pitteri. che, poretto, non ce la fa davvero più.

6 comments:

lethiz83 said...

e non hai notato chi c'era tra le coriste...

Mumucs said...

uhm, no chi c'era dio mio dimmeloooo!!!!

Anonymous said...

daccordo sulla grazia, e anche su tutto il resto ,ma cara mia, guarda in volto,negli occhi di quella biondina del nordest.
brilla di una luce propria che va oltre la voce l'espressività l'interpretazione;una luce che si chiama talento, ..talento cristallino.

beat

Anonymous said...

baZz: Ma fammi il piacere talento...se quella ha talento io sono costanzo!

Smusona said...

scusatemi se intervengo ma, beat, due occhi che brillano, perchè sono chiari e sotto riflettori, non sono indice di talento. Quella biondina ha una voce carina, ok, ma attenzione che non si possono valutare solo gli occhi se poi non trasmette nulla. Vedo quel programma poche volte ma se mi ci fermo è per i cantanti e la biondina non ha "talento" così come dici tu, ha un talento normalissimo. karima è speciale e purtroppo l'ho beccata poche volte.
Mum con te sono proprio in accordo su tutta la linea e pitteri è un grande, l'unico che si salva lì dentro, per quello non parla mai. Ciau
*whedxkvx
*jqgtnlha

Mumucs said...

caro beat, talento o meno, la biondina, tu trovi che nel mio post si levi qualcosa a li? no, caro. è che qualcuno leva invece qualcosa a una signora cantante. e un pò è vergognoso che io dia della signora cantante a una dei programmi della filippica, ma è l'unica ragkone per cui quel programma lo guardo quando mi capita (quando sono costretta sul divano) e sinceramente, amici o non amici, è davvero un fenomeno. peccato che si insegni ai ragazzi non a studiare, non a cantare, ma a ...a cosa???