Saturday, November 08, 2008

in difesa di caro silvio

caro silvio, io scrivo in tua difesa consapevole che non ne abbia bisogno che ci sono già mezza italia e i tuoi avvocati a difenderti da qualunque cosa.
a me sta cosa della battuta razzista mi sta ravanando le palle. e torno a parlarne benchè penso che la cosa migliore sia non parlarne. ma mi dispiaccio, io sono di sinistra, e mi scoccia assai vedere come quei pirloni del pd si attacchino ad ogni tarzanello pur di tirarti nella merda. secondo me non hanno proprio capito. primo che non hai bisogno di esserci tirato,che nella merda abbiam visto sei capace di lanciartici da solo. secondo perchè io al posto di pd e sinistre varie penserei un pò a riassestarmi, se no col cazzo che ti mandano a casa, manco dopo che muori (voglio dire, la menata dei centoventi anni, non ci vorrai arrivare, silvio, io dubito che i capelli potrebbero reggere, suvvia)

comunque dicevo, io lo so che non era razzismo il tuo, giovane bello e abbronzato. di sicuro è giovane e bello, certo, e poi dopo otto anni di bush sembra quasi un divo di ollivud. abbronzato, che problema c'è. certo, putin assomiglia a un anemico, se con obama fanno il ghimmi faiv, sono sicura che qualcuno in quel momento si ricorderà dei ringo pipol e urlerà "fiiigo, come i ringo boys". probabilmente sarai tu, a urlarlo. io non penso che tu sia razzista, silvio. penso tu sia solo cretino (oh, e visto che scrivo in tua difesa, te lo dico: non sono la sola a pensare che tu sia cretino, ma tu fregatene, siamo in minoranza, puoi continuare a governare sereno). e adesso voglio dire, tu che hai un certo ruolo istituzionale e fai ste battutine da bagaglino (beh, amici tuoi), stai sdoganando così pure la cafoneria lecita in qualunque occasione. cioè mi spiego meglio. ti intervistano, tu sei presidente del consiglio (anche se di un paesello minchioide è pur sempre uno stato) tu dici questa cosa, allora se la dice il presidente del consiglio che dovrebbe un attimino mantenere un certo controllo, una certa figura, dicevo, se lo dici tu, possiamo dire qualunque cosa anche noi in qualunque circostanza. capito il casino qual è, silvio? che adesso, la prossima volta che ti urlano "ladro coglione" in mezzo alla strada, tu, hai voglia a prendertela. era una carineria, niente di che

5 comments:

lethiz said...

Sei veramente un genio mum, davvero.

Anonymous said...

Brava. Lo immaginiamo Napolitano a dire una cosa del genere? Siamo gli zimbelli del mondo intero. The Taraluccievvino Power. I berlusconiani dicono (vantandosene, pure) che anche questa battuta rientra in una sua strategia consapevole. Mah.
Gf

Mumucs said...

Fede, e io pure credo lo sia. se un dell'utri vuole rinfrescare il tg di rai tre perchè sono dark dicendo che invece si, le tv di berlusc invece diffondono ottimismo....ragionaci un attimo, dagli anni ottanta berlusc ha sdoganato tette e culi, nient'altro. e ora battute da bar quando non sei al bar con i tuoi amici, ma davanti alle tv. i suoi fedeli dicono che non lo capiamo, che era solo una battutina, dimenticandosi del suo ruolo. ecco, così dimostra nuovamente di avere vinto. siamo un'italietta di merda. non ci rimane che sprofondare

bianchina said...

ieri sera,prima di andare a dormire,riflettevo:se domani dovessi partire per gli Stati Uniti,ci andrei con un cappotto dal bavero alzato,un bel colbacco in testa e magari anche un paio di baffi finti che stanno sù col bioadesivo.
Meglio fingersi russi che essere riconosciuti come pizza-mandolino-sparaminchiate,no??

Anonymous said...

e sì, come diceva montanelli (+ o -), l'italia ha bisogno di berlusconi, per arrivare a un livello di sprofondamento e di perdita di dignità tali da iniziare - poi - a sentire il bisogno di risalire. in fondo è già successo in passato. chissà perchè funziona così, l'italia. e allora... IMMERSIONEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

(sempre gf)