Sunday, February 14, 2010

buona sartiglia a tutti

ma soprattutto a nonna. che non la vedrà. dopo novantacinque anni non vedrà la sartiglia, non vedrà la sfilata dei cavalli davanti alla casa sua, quella via vecchia, che era il cuore della sartiglia, un tempo. non vedrà la benedizione del componidori alla quale applaudiva sorridente, nonostante l'età, io la guardavo e mi sembrava di vedere una bambina. non vedrà pasqualino che la cerca, nella sua finestra, e la saluta e con lui tutta la sua pariglia. non vedrà tutti noi nella sala dove si mangia, zippole e fatti fritti per tutti, non ci vedrà brindare a santu giuanni e il martedì a santu giuseppi, che nonno era falegname, e noi siamo del gremio di san giuseppe. ma lo so che ricorda queste cose più di quanto ricordi il mio nome. la settimana scorsa mamma le ha detto "sai nonna, oggi è la candelora" e li ha aperto gli occhi e cercava di parlare, tantissimo. io lo so che la satiglia, lei, la ricorda.

3 comments:

bianchina said...

e che questo tuo post per me è una miscellanea di emozioni.Sentir parlare una nipote della propria nonna con queste parole è commuovente;i miei sentimenti per la nonna sono di altra natura..
e poi c'è il fascino nell'elenco di riferimenti ai rituali locali.Non so,non conosco,come mai potrei..eppure mi ci perdo in quelle righe.
Cazzo,oggi mi hai fatta sentire orfana del mondo...
ti abbraccio forte!

Mumucs said...

un bacione bianca. vedi, se mia nonna fosse morta, me ne farei una ragione. invece è là immobile in quel letto. e non so come liberarla. nè cosa sia meglio per lei. sai, a me della sartiglia non è mai importato nulla, però oggi vedere la sua finestra vuota, mi ha fatto un pò d'effetto. un giorno scenderai, e ti farò vivere il mio rituale, tutto familiare, ci tengo tanto.

madscient said...

Grazie per l'ospitalità Mumu, sarebbe stato bellissimo conoscere tua nonna ieri :*