Tuesday, March 30, 2010

lellezioni

l'italia non ha mai smesso di essere un paese fascista. quello che ho visto ieri, che sto vedendo oggi, è la stessa cosa che ho visto in sardegna l'anno scorso. fatta eccezione per le regioni in mano alla lega (cosa che comunque ho difficoltà a comprendere), nel resto dell'italia la gente ha votato berlusconi, e non i candidati alla presidenza della regione o della provincia. volete convincermi che in lazio hanno votato la polverini? che in provincia de l'aquila hanno votato del corvo? provateci, magari riesco a convincermi che i sardi hanno votato cappellacci. no, i sardi hanno votato berlusconi. non chiedetemi perché lo fanno, non me lo chiedete, non lo so. ma hanno votato il loro duce patinato. contro la bonino ha vinto berlusconi, non la polverini. e io non ho più voglia di vivere in un paese fascista.

9 comments:

Rob said...

L'Italia non è un paese fascista, è un paese scemo. Sceglie sempre chi gli dice le cose che vuol sentirsi dire, e non le cose come stanno realmente.
Se gli italiani vogliono farsi prendere per il sedere, non vedo perchè la sinistra non debba farlo. Penso sia l'ora di andare nelle provincie a raccontare un po' di palle, e riprenderci il paese..

Mumucs said...

non so se voglio una sinistra così. e l'italia è un paese fascista. non ho proprio nemmeno nemmeno un dubbio su questo.

Mumucs said...

(però intanto vorrei almeno una sinistra, non molte, una solo)

Rob said...

Certo la sinistra dovrebbe essere diversa, ma sono convinto che in Italia sia impossibile. Ora argine la destra è diventata un'emergenza che richiede anche mezzi più spregiudicati

madscient said...

Se questo fosse un paese fascista tu non potresti scriverlo :) Ergo la definizione di fascismo o è da intendersi in senso largo oppure il paese non lo è... E' come dire che siamo messi peggio degli afghani o degli iraniani ecc, ecc. Non è così, e dire altrimenti mi sembrerebbe di bestemmiare e di offendere le libertà di cui godo ogni giorno rispetto alle persone di altri paesi.
L'Italia è solo un paese che non vede alternative a Berlusconi, perché appunto, alternative non ce ne sono. Molta gente non lo voterebbe, ma non è che per non votarlo da il voto al primo cretino che passa. Quindi alla fine la gente vota lui e chi per lui. Anche se poi non andrà mai in piazza ad ammetterlo, e anzi, probabilmente in piazza ci va quando c'è il pd (o chi per lui).
Dunque se gli italiani, a maggioranza, votano Berlusconi, Berlusconi governa. E' la faccia triste della medaglia della democrazia.

Welcome to Italy.

Mumucs said...

non sono d'accordo.chi non vede un'alternativa non va a votare. tutti quegli scalmanati in piazza lo adorano. anche quelli con cui mi capita di discutere, lo adorano, acriticamente. non capisco cosa ci vedano in lui. qui non c'è una dittatura fascista, ma l'italia è fascista inside, la popolazione italiana il fascismo lo ama da sempre e ahimè, temo andrà sempre così. quella dell'alternativa è una cazzata, perchè se no voterebbero il meno peggio, e onestamente per me il meno peggio non è berlusconi.

madscient said...

Il non votare non è un'alternativa a far sì che cambi qualcosa, non serve a niente, se non a dire che "io quello lì non l'ho votato", a prescindere che sia di destra di sinistra di sopra o di sotto. Non votare non è mai la soluzione, a meno che non non-votino tutti nessuno escluso. Altrimenti vince Berlusconi.

Mumucs said...

appunto. lo fa chi si rassegna e non gi interessa più. ergo la sinistra non vota. gli altri sono felicissimi di berlusconi. e dio, mi sento rispondere cose talmente stupide quando chiedo il perchè, che oggi ho fatto dei segnali agli alieni perchè venissero a prelevarmi

madscient said...

ahuahuua speriamo vengano da te, io ho il terrore degli alieni! :D sicuramente vogliono mangiarci