Monday, March 22, 2010

a me non ha fatto ridere

per la lotta contro il cancro esistono dei ricercatori che lavorano giorno e notte (la maggior parte, ovviamente, sta fuori dall'italia). esistono associazioni che raccolgono fondi per la ricerca. e lo fanno da tempo. e le provano tutte.

un mio zio, quando ero bambina, è morto di cancro. aveva una quarantina d'anni. conosco persone che ci lottano da una vita (vi sembrerà strano ma è così). un altro mio zio, ora, è in una struttura, malato terminale.

berlusconi è talmente un vigliacco che non ci ha nemmeno pensato, agli ammalati, alle loro famiglie. ha fatto quell'infelice sparata lì, in preda al suo delirio da superman, che da un microfono ha detto che l'impegno del governo per i prossimi tre anni è sconfiggere il cancro.

e quegli ebeti degli amici suoi ad applaudire. e pure quei centomila ebeti in piazza con le bandiere, ad applaudire.

forse era una battuta e si doveva ridere. io non ho riso.

mi sono sentita profondamente ferita.

ma perchè, perchè nessuno dei suoi ministri ha almeno avuto la decenza di fermarlo? di dirgli "presidente, dai, però. il cancro non è proprio un argomento da usare per campagna elettorale".

userebbe qualunque cosa per prendervi per il culo. pure vostra mamma. non capisco davvero come possiate dargli retta.

4 comments:

Fugazio said...

Giustissimo.

Hai detto quello che ho pensato io ma non avrei trovato parole migliori.
Questo essere schifoso sta oltrepassando ogni limite di decenza.
Le sue bugie le conosciamo tutti ma questa volta ha raggiunto una bassezza inaudita.
Una cosa è certa... se nei prossimi tre anni schiatta è la cosa migliore che potrebbe fare, e non mi sento di esagerare.

Mumucs said...

non mi sono nemmeno indignata. ho pensato che era una bassezza tanta, e che chi gli dà credito possono essere solo quelli che si affidano a vanna marchi si fanno fottere i milioni e poi piangono di essere stati fregati. fa bene allora vanna marchi.

io said...

come fai a sorprenderti ancora?

Mumucs said...

non sono sorpresa. cerco di capire come si possa poi seguirlo adoranti. è una cosa che per me presuppone l'azzeramento di ogni facoltà critica. cerco di capire e non ci riesco. devo essere tonta, non so.