Wednesday, July 21, 2010

c'erano stelle dopo la pioggia e io me lo ricordo

ti cadono le cose dal cielo

no, dal cielo proprio no, dal web, in un modo o nell'altro.

stento a riconoscermi (tranquilli, depressione e paranoia sono sempre qua, accarezzo le loro testoline pelose e offro loro un biscottino a forma d'osso, però ogni tanto ci pàttino sopra e loro non si lamentano) e comunque non è abbastanza. è come un albero di natale, lo guardi e dici bello, però sai che dopo un paio di giorni lo devi smontare, c'è l'epifania che tutte le feste si porta via, te lo godi fintanto che c'è, che magari poi ci mettono sotto i regali, quelli del natale.

ecco, natale, natale a luglio, da due settimane, nonostante i trentacinque gradi, fossero anche novanta. come se stessi all'equatore, il giorno di natale.

(che non è abbastanza, che è molto lontano dallo stare effettivamente bene, però a volte bisogna goderne senza pensare per forza al dopo)

No comments: