Sunday, April 22, 2012

poesia di sublimazione dell'odio profondo

I rovi, i rovi vi avvolgano
e vi tormentino
quando cercherete di liberarvene
senza fiato rimarrete con il sangue
secco e rappreso sul viso
intorno al collo, sui polpacci
e io, che quei rovi li ho partoriti dal mio intestino ritorto
perché costretta a osservare le vostre oscene masturbazioni
starò lì
a guardarvi
voi, e le vostre facce di cazzo

3 comments:

Anonymous said...

scopa di più, ne hai disperato bisogno!!!




Ah, lascia perdere...dimenticavo che sei sessuofobica!!!

Mumucs said...

come puoi aver dimenticato una cosa così importante!!1!

Anonymous said...

Qlxchange
Ha detto hai proprio dimenticato una cosa importantissima